CVing s.r.l.

CVING È ORGOGLIOSA DI ESSERE IL PARTNER TECNOLOGICO DEGLI

ITS POP DAYS


Siamo una startup innovativa dedicata alla trasformazione digitale dei processi di recruiting.

CVing ha portato i video colloqui "on demand" in Italia e ci ha costruito attorno un mondo di servizi innovativi per consentire alle aziende di:

  • reclutare a istanza con la massima efficacia
  • ridurre il tempo di reclutamento per grandi attività di recruiting
  • favorire l'engagement tra azienda e talenti nelle posizioni difficili da trovare, grazie alla creazione di valore per l'Employer Branding delle aziende clienti


Con CVing le aziende ottengono liste di candidati ottimizzate per match % tra candidato ideale e candidato reale, e di questi possono visualizzare e analizzare le risposte al video colloquio on demand.


Il valore del software CVing e i servizi offerti si fondono nelle Digital Talent Week, un percorso di fiere digitali del lavoro organizzate per specifiche verticalità, che sono: Generazione Z, Lavori Digitali, STEM & Business Innovation, GDO & Retail, Logistics & Operation, Pharma & Healthcare, Fashion & Design.


Per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro:

è importante che i giovani comprendano il valore di questo strumento innovativo e che possano prepararsi al meglio per sostenere i video colloqui con successo.


Scarica l'App o vai al sito internet e registrati a CVing.


Potrai allenarti al tuo video colloquio on demand, senza registrare alcun video. Potrai così testare il nuovo modo di candidarsi.


È molto semplice!


Troverai 5 punti interrogativi, dove dietro ci sono le 5 domande.


Potrai sbloccarne una alla volta. Dal momento in cui ti vedrai sullo schermo avrai 30 secondi per pensare alla risposta, a cui seguiranno 60 secondi per rispondere. È possibile terminare la registrazione della risposta in meno di 60 sec

Registrati a CVing, da desktop o da mobile. Troverai il tasto "lavori" e in alto a destra il tasto "allenati" (o "training" per chi ha il device impostato in inglese).


Nell'area di allenamento sarà possibile visualizzare le domande più frequenti e provare a rispondere nelle modalità e nei tempi del formato on demand.


Tranquillo! Nessun video verrà registrato! È uno strumento per farti fare pratica per quando dovrai cercare lavoro :)

Trovare lavoro non è soltanto candidarsi. Man mano che cerchi le opportunità più accattivanti per te dovresti capire cosa davvero desideri.

Ci sono test che ti permettono di capire un po' di più sulla tua personalità.


Nell'App, o WebApp, di CVing abbiamo inserito un test divertente (richiede 4 min), al fine del quale verrà raccontato qualcosa in più sulla tua personalità.

Il sistema dei tipi di personalità proposto da Carl Jung e poi perfezionato da C. Myers e I. M. Briggs produce 16 tipi di personalità sulla base di quattro dicotomie ed è diventato estremamente diffuso nei contesti come lo sviluppo personale o la gestione aziendale (es: creazione di team di lavoro in base alle loro personalità).

  • Naviga la mappa

Esplora gli stand virtuali semplicemente selezionando i vari brand con il cursore o tramite la barra di ricerca, atterrerai su una pagina dedicata con tutte le posizioni aperte dell’azienda


  • Candidati

Hai scelto il brand e la posizione che fanno per te? Bene! Carica il tuo CV in formato pdf


  • Completa la candidatura

Una volta caricato il tuo CV, riceverai una mail per completare eventuali altri step di selezione


Segui tutte le iniziative sul nostro canale Telegram dedicato al link: https://t.me/digitaltalentweek

LE PROSSIME DIGITAL TALENT WEEK SONO:

Preparati! Di seguito alcuni suggerimenti utili per la ricerca del lavoro

Il percorso formativo è molto importante e non ci sono dubbi. Successivamente ci si aspetta che si cerchi un lavoro. Il COME si cerca un lavoro è tutt'altro che scontato. Farlo in modo non adeguato rischia di vanificare i grandi sforzi che si celano dietro al percorso formativo, qualunque esso sia.


Con l'avvento dirompente del digitale i recruiter hanno nuove aspettative. Inoltre ci sono best practice che non cambiano e bisogna sempre prepararsi. In particolare:

  • bisogna prepararsi ai colloqui, sia "on demand" che "live" perché è probabile che ci si imbatta in entrambe, una dopo l'altra. Alcune domande possono capitare indipendentemente dal formato del colloquio e non è ammissibile farsi trovare impreparati
  • l'altra componente fondamentale è data dalla creazione e cura del proprio Personal Branding, ossia come risultiamo agli occhi di chi si imbatte sulla nostra persona, ovunque questo accada, sia fisicamente che digitalmente. Parte importante del Personal Branding è la Web Reputation che deve essere illibata e protetta!

9 consigli per prepararsi al meglio a un video colloquio On Demand (consigli pratici)

Pill #1

Familiarizza con lo strumento. Fai delle prove per acquistare sicurezza. Scarica l’App CVing, potrai allenarti prima di candidarti per una posizione di tuo interesse. All’interno dell’area training, in alto a destra nella sezione Radar, troverai le domande più significative alle quali è necessario essere pronti a rispondere. In questo modo svilupperai maggiore sicurezza e sarai più convincente.


Pill #2

Soggetto, verbo, complemento oggetto. Per rispondere alle video domande avrai a disposizione 30 secondi per pensare ed 1 minuto per rispondere. Evita risposte lunghe e contorte, meglio essere brevi e andare al punto. Rispondere “non so” nel migliore dei casi vi fa perdere punti nel peggiore li azzera.


Pill #3

Stai parlando VERSO la telecamera, non ALLA telecamera. La cosa più importante che il reclutatore valuta in un candidato in questa prima fase è la motivazione. Immaginate di avere il reclutatore di fronte durante la video intervista. Avrete molte più possibilità di essere selezionati se vi presentate con un sorriso e dimostrando entusiasmo, energia e disponibilità.


Pill #4

L’abito non fa il monaco ma può fare la differenza. Una video intervista è un colloquio di lavoro per cui è importante indossare abiti adeguati quando si registra il video. Ci sono contesti lavorativi che richiedono un certo standard nell’abbigliamento, presentarsi in abiti non adeguati alla situazione può essere dequalificante (ad esempio opportunità di lavoro presso istituti bancari, uffici direzionali, strutture ricettive, strutture sanitarie, nel settore del lusso, della sicurezza…). In genere presentarsi con un abbigliamento poco curato o fuori luogo o eccessivo per la situazione (t-shirt o completo da cerimonia) non paga. Privilegia ordine, pulizia e sobrietà: l’eleganza è un’attitudine, apprezzata in ogni contesto.


Pill #5

Un trucco sul "trucco e parrucco". Chi si candida per ruoli in cui è prevista la manipolazione di alimenti (ristorazione, hotel, reparto freschi della GDO) tenga in considerazione che le regole vietano o limitano capigliature lunghe non raccolte, piercing, unghie e ciglia finte, trucco pesante, orecchini, collane, bracciali e pendenti perché possono essere fonte di contaminazione. Durante le interviste per questi lavori è quindi consigliato tenere i capelli raccolti o legati, rimuovere gioielli, monili e usare un trucco leggero.


Pill #6

Mettici la faccia! La video intervista offre al selezionatore la possibilità di valutare la tua candidatura osservandoti e ascoltandoti mentre rispondi alle domande. Durante l’intervista perciò è importante seguire alcune semplici suggerimenti: Se utilizzi l’app dal tuo cellulare, ricordati di tenerlo in verticale e di attivare microfono e videocamera quando richiesto Accertati che il tuo volto sia ben illuminato Usa un tono di voce chiaro e parla con volume adeguato Cerca di ridurre al minimo rumori di sottofondo che possono creare interferenze (spegni radio, tv, allontanati da elettrodomestici rumorosi, chiudi la finestra, avvisa in casa che avrai bisogno di silenzio)


Pill #7

In un colloquio fai sempre capire perché desideri lavorare proprio per quell’azienda e ricoprire quel ruolo specifico. Serve a rimarcare il tuo Personal Branding e far capire che hai le idee chiare e sei coerente e concentrato. Candidati alle offerte che realmente ti interessano, o invia candidature spontanee a imprese nelle quali ti piacerebbe lavorare, dopo esserti documentato.


Pill #8

Scegli l’opportunità giusta per te. Ricordati: cerca di non candidarti per più posizioni per la stessa azienda, a meno che tu non sia in grado di motivare la scelta in maniera ineccepibile con coerenza data dalle tue reali esperienze e abilità. Seleziona la posizione che meglio rispecchia le tue attitudini e competenze. A proporti opportunità alle quali non avevi pensato, eventualmente, ci penseranno i recruiter dopo averti conosciuto.


Pill #9

Ottieni il massimo! Per una candidatura completa, oltre ad aver allegato il CV e sostenuto il video colloquio, ricordati di completare anche il questionario integrativo e il test di personalità!


7 consigli per un Personal Branding vincente

Fare Personal Branding significa gestire in maniera strategica la tua immagine professionale: quello che gli altri percepiscono di te e che farà scegliere te al posto di qualcun altro. Applicando il Personal Branding puoi consolidare il tuo posizionamento, differenziarti dagli altri e renderti più riconoscibile e memorabile. L’obiettivo è quello di farti un nome nel tuo settore o nella tua azienda e comunicare efficacemente il tuo valore. La sfida è quella di influenzare in anticipo le persone per te più importanti, come ad esempio clienti, datori di lavoro, colleghi o manager.


Pill #1

Per una strategia efficace di Personal Branding ricorda che le parole con cui ti descrivi sono fondamentali, selezionale con cura prima di candidarti per una posizione lavorativa. Vale la pena investire qualche secondo in più per scegliere come raccontarti a un selezionatore. Soprattutto, fai emergere le tue aspirazioni, gli obiettivi professionali e, non da ultimi, i tuoi punti di forza.


Pill #2

Fai qualche ricerca sull’azienda a cui ti stai candidando: la sua mission, i valori e le news più recenti. Questo ti aiuterà a capire come proporti in maniera efficace e a trasferire l’immagine di candidato interessato e motivato a lavorare per l’organizzazione.


Pill #3

Quando descrivi la tua esperienza professionale concentrati soprattutto sulla più rilevante e, soprattutto, sulla più coerente nei confronti della posizione lavorativa per cui ti stai candidando. Se possibile, cerca di adattare i contenuti del cv in base all’opportunità a cui ti candidi in modo che siano maggiormente messe in luce le esperienze e le competenze che possono offrire maggiori possibilità di essere contattato per un’intervista. Ad esempio: se hai avuto un'esperienza lavorativa stagionale come cameriere è importante che venga inserita in cv da inviare per opportunità lavorative per la ristorazione o per ruoli in cui sia importante il servizio al cliente ma potrebbe esserlo molto meno se ti candidi a posizioni nell’IT.


Pill #4

Il CV non deve contenere tutte le informazioni su di te, al contrario, in modo immediato e schematico deve cercare di raccontarti come la persona giusta al momento giusto. Parole d’ordine sono: sobrietà, semplicità, immediatezza, chiarezza, focus. Alleggerisci, non divagare, vai al sodo! Un CV efficace non dovrebbe essere più lungo di due pagine, e soprattutto dovrebbe facilitare la lettura, che spesso è necessariamente rapida. Per questo puoi evidenziare alcune parole chiave.


Pill #5

Nell’era digitale un proverbio è mai più che valido: “Le bugie hanno le gambe corte”. Dannoso mentire! Se anche riuscissi a passare indenne i colloqui, una volta in azienda, se non possiedi realmente le competenze necessarie non ci resti a lungo. Manifesta la tua autentica personalità e trasformala in un punto di forza. Applica le tue competenze hard e soft e sii umile nell’imparare dagli altri. Questa è la chiave per un personal branding di successo nel tempo.


Pill #6

In un colloquio fai sempre capire perché desideri lavorare proprio per quell’azienda e ricoprire quel ruolo specifico. Serve a rimarcare il tuo Personal Branding e far capire che hai le idee chiare e sei coerente e concentrato. Candidati alle offerte che realmente ti interessano, o invia candidature spontanee a imprese nelle quali ti piacerebbe lavorare, dopo esserti documentato.


Pill #7

Non dimenticare: per attirare l’attenzione dell’interlocutore giusto sii te stesso, sii coerente, dimostra interesse ed entusiasmo. Solo così potrai trovare l’azienda giusta per te, e farti scegliere!

Condividi